Blog

Pao Post, strade sterrate per post sperduti

POST. Strade sterrate per post sperduti

Dal 4 aprile al 10 maggio 2017 ;cubi magici, buffe creature, strade sterrate e post sperduti in mostra.

Alla galleria "Il Castello" di Milano, la mostra Post Pao “Strade sterrate per post sperduti” con 18 opere di Paolo Bordino (Pao), uno dei più apprezzati artisti del panorama dell’arte di strada degli ultimi quindici anni.

L’autore propone un percorso espositivo dove il visitatore può ammirare questo stimolante linguaggio visivo imperniato sulla tridimensionalità, con opere su tela, vetroresina e sculture urbane, realizzate in un arco di tempo che va dal 2012 a quadri inediti realizzati per l’esposizione, da cui il titolo della mostra, Post Pao “Strade sterrate per post sperduti”. 

Nella presentazione in catalogo di Jacopo Perfetti si legge: “Inizialmente il sottotitolo doveva essere qualcosa come «Post-Verità, Post di Facebook e Posti Smarriti». Troviamo post-verità come la fusione tra Comunismo e Capitalismo della Cina post-Mao in tele come “KPCC” che unisce la faccia stilizzata del Colonnello Harland Sanders, simbolo del Kentucky Fried Chicken, con quella di Marx, simbolo del comunismo sovietico e cinese. Così come troviamo i “post” più diffusi, consumati e prodotti di tutto il mondo,....E infine ci sono i posti smarriti. Quelli che non si trovano in Google Maps o sul GPS. Quelli che si raggiungono solo viaggiando su lunghe strade sterrate che nessuno vuole imboccare perché sembrano non portare da nessuna parte, ma che sono l’unica via per scoprire qualcosa di nuovo e tornare a meravigliarci di quello che ci circonda.”

Info:
dal 4 aprile al 13 maggio.
mostra a cura di Adriano Conte e Marcello Conte.
catalogo con testo di Jacopo Perfetti
ilcastelloarte.it

orari:
dal Martedì al Venerdì 11-18:30
Lunedi 15-18:30
Sabato 11-14:00


Smack! Fiera del fumetto, cosplay e giochi di Genova.

Smack!

Sabato 14 e domenica 15 maggio 2016 a Genova ci sarà Smack! la Fiera dedicata al fumetto, cosplay e giochi.

Anche quest'anno la comunicazione è stata invasa dai nostri amici pinguini.

www.smackcomics.it


Parte del muro ricolorato da Pao e Linda in Piazza Cesariano 2015

Affaire Cesariano

Nel 2001 dipinsi insieme a Linda il muro di via Cesariano (qui). Uno dei miei primi muri, realizzato con il consenso dei frequentatori della piazza, genitori, abitanti negozianti. Ottenere il permesso da parte del Comune era operazione impossibile, quindi decidemmo di fare quello che ritenevamo giusto, andando oltre agli ostacoli burocratici. A volte, seguire la propria coscienza è la cosa giusta da fare, a volte il bello dell'arte è proprio questo. Raccogliemmo i soldi per i colori, coinvolgemmo i bambini, facendoci aiutare da loro per colorare, chiudemmo l'esperienza con una bella festa di inaugurazione. Un vigile passò di lì e in quanto dotato di buon senso, ci disse di continuare, che lui non aveva visto niente.
Da allora il muro ha caratterizzato un parchetto altrimenti anonimo regalandogli una anima. Seppur non si tratta del muro più bello che io abbia realizzato rimane uno dei più sentiti, proprio per la sua funzione sociale. L'estetica della città necessita di spazi di colore, che alimentino la fantasia e il buon umore, questo non vuol dire che si debba colorare tutti i muri, ma un parchetto frequentato da bambini è un luogo che per sua natura e funzione deve essere colorato. Mi dispiace per i maniaci dell'ordine e del monocromo, ma luoghi come via Cesariano ed il suo murale sono necessari alla città, per la salute mentale dei suoi abitanti e per lo sviluppo creativo dei suoi bambini.
L'intervento di ieri dei volontari di Retake Milano, è stato quanto meno avventato, certo il murales era scolorito, con qualche pasticcio sopra, ma è evidente che per molti era ancora preferibile al noiosissimo rosa pallido che hanno scelto. Non era meglio prima parlare con i residenti? E magari contattare chi quel muro aveva dipinto, se pur senza permesso ufficiale, con il consenso dei fruitori di quello spazio? Spero che questo episodio possa portare ad un passo avanti nella questione: se l'inquinamento visivo (tag, ma anche pubblicità, segnaletica selvaggia, obbrobri architettonici) da fastidio alla maggioranza delle persone, è necessario capire che la città è luogo delle differenze e della convivenza, luoghi di espressione libera sono necessari e salutari quanto zone pulite ed ordinate, i graffiti e la street art non sono il male, ma a volte persino una risorsa, per una città migliore, più bella. Qualsiasi eccesso stroppia: una città coperta di tag è brutta quanto una città di un unico colore.
Ieri sono stato contattato dall'assessore Maran, che si è scusato dell'incidente e mi ha chiesto la disponibilità perché il murale venga ripristinato, questa volta con tutti i permessi.
Con piacere riporteremo il sorriso sui muri e sul volto dei bambini.

 

La piazza nella primi interventi del 2001

Piazza cesariano 2001

simile giallo p. cesariano pao 2001

piazza cesariano 2001

La piazza con l'aggiunta dei disegni sui muri nel 2001

La guerra tra Pac-Man e fantasmini con la vittoria della Pace.

fantasmini cesariano 2001 by pao

Muro dipinto in piazza Cesariano 2001 by Pao

bimba piazza cesariano by pao 2001

La piazza nel 2015 (google maps)

piazza cesariano 2015

cesariano 2015


Serigrafia limited edition "Snoopy"

Artist: PAO

Title: Snoopy
Sheet size: 50x40 cm
Image size: 43x34
Tecnique: Original seven-color screen print on Hemp paper 300 gsm
Edition: limited edition of 99 exemplares + XI artist proofs signed and numbered by the artist
Year: 2014
Printed: Serileo - Laboratorio foto-serigrafico del Leoncavallo

Made in Italy

Buy it Here!



CLER

Flyer del progetto cler per zona 6

CLER - progetto di arte pubblica sulle saracinesche della zona 6 di Milano

L'idea del progetto "Cler" nasce dalla volontà di creare il più grande museo di arte pubblica a cielo aperto utilizzando le saracinesche dei negozi come tele per far dipingere artisti contemporanei e dare a chiunque la possibilità di guardarli,
fotografarli e goderne liberamente, senza biglietti d'ingresso ma semplicemente passeggiando per la città di Milano.

Read more

Back2 back to Biennale - free expression

invito alla mostra back2back to biennale Venezia, bianco e nero con i loghi delll'evento

BACK 2 BACK TO BIENNALE - FREE EXPRESSION
Evento ufficiale collaterale della 55ª Biennale di Venezia

Quando: 1 giugno – 24 novembre, 2013
A cura di: Francesco Elisei, Fabio Anselmi, Marco KayOne Mantovani
Organizzazione Associazione Eventi d'arte e d'architettura - Associazione Culturale Stradedarts
Inaugurazione e performance: sabato 1 giugno, dalle ore 11.00, Campo Sant'Agnese - Venezia
Inaugurazione mostra: sabato 1 giugno ore 19.00, Officina alle Zattere - Fondamenta Nani, Dorsoduro 947 – Venezia
e Palazzo Cà Bonvicini Santa Croce - Venezia

Read more

Amici prendete nota!

Periodo straripante per PAO e il Paopao Studio.

Vediamo di riassumere per tutti gli affezionati che ci vogliono seguire nei nostri spostamenti tra Milano, Reggio Emilia e Massa.

"Bubbles solo show" a Reggio Emilia

mostra-bubbles 750


La Galleria de' Bonis dal 5 al 18 aprile si trasformerà in un universo parallelo fatto di forme tondeggianti e sferiche, di personaggi da cartone animato, di animaletti da fumetto.

Read more